Posted on

Come scegliere un materiale termoisolante

L’isolante che scegliete è efficiente anche d’estate?

La scelta di un buon materiale isolante ci proteggerà dal caldo in estate e dal freddo d’inverno, proprio come una seconda pelle.

Che caratteristiche dobbiamo valutare sulle schede tecniche?

Lo sfasamento* è un elemento fondamentale da prendere in considerazione, oltre allo spessore del materiale la sua densità (Kg/m2) e il suo calore specifico (J/KgK).  Se osserviamo la tabella sottostante possiamo vedere che il materiale che si comporta meglio sia con il freddo che con il caldo è la fibra di legno. Un ottimo sfasamento del materiale isolante ci garantisce un reale investimento nel tempo valido tutto l’anno.

Se riscaldare d’inverno costa, anche raffrescare d’estate costa!

La fibra di legno è efficace 12 mesi l’anno

Per questo BioCasaZero s.r.l. offre ai suoi clienti materiali isolanti di ottime prestazioni naturali ed ecologici.

Altro aspetto della sostenibilità ambientale, che fanno parte della filosofia BioCasaZero non va mai trascurato l’impatto che determinati materiali termoisolanti possono avere sulla nostra salute.

Per produrre le  fibre artificiali vetrose (lana di vetro e lana di roccia) si necessita di grandi quantità di energia oltre al fatto che sono considerate “R40”( possibilità di effetti irreversibili dovuti agli effetti cancerogeni) sono anche “R38”, irritanti per la pelle, come riporta la circolare INAIL che vi alleghiamo : http://www.inail.it/internet_web/wcm/idc/groups/internet/documents/document/ucm_portstg_115110.pdf

A questo punto posso solo dirvi che,  la  fibra di legno è uno dei materiali isolanti migliori perché:

  • garantisce ottimi livelli di isolamento termico;
  • ha elevati valori di sfasamento dell’onda termica ovvero riesce a proteggere dal calore esterno tipico delle stagioni estive;
  • è un ottimo isolamento acustico grazie alla sua struttura fibrosa;
  • è molto traspirante e permeabile nei confronti del vapore grazie alla sua struttura a pori aperti;
  • non contiene sostanze chimiche;
  • in caso di incendio non sprigiona gas tossici essendo un materiale completamente naturale;
  • è un materiale considerato igroscopico ovvero è capace di regolare l’umidità;
  • il processo produttivo rispetta l’ambiente;
  • trae origine dal legno che è un materiale naturale e rinnovabile;
  • è molto resistente nel tempo;
  • non è dannoso per chi lo lavora ;

è un materiale completamente riciclabile.

Ora tocca a voi fare la scelta giusta sul materiale Termoisolante migliore…

*Lo sfasamento è l’arco di tempo (ore) che serve all’onda termica per fluire dall’esterno all’interno attraverso un materiale edile. Dobbiamo sempre cercare di garantire le 8ore! Se prendiamo un materiale con uno sfasamento di 9 ore (anche se la normativa ne richiede minimo 8 ) è limitato in quanto il picco di calore dalle 12 in poi  entra in casa. Uno sfasamento ottimale  è di circa 12 ore.